AMICI: Reiki Team | Jing tao | Hikari Reiki Kai | Associazione Tao | Corsi Reiki trieste

CALENDARIO 2019: E' disponibile il nuovo calendario delle attività in formato PDF. Clicca qui!


ULTIMI DOWNLOADS:

- Rilassamento e affermazioni
- Connessione con l'universo - Missione
- Relax guidato 14 minuti

ULTIMI ARTICOLI:

22/11/2010 - In un mondo perfetto
07/10/2010 - Noi creatori
08/06/2010 - Necessità
08/06/2010 - Una partita a carte
17/05/2010 - Cos'è lo stress
17/05/2010 - La meditazione fa ringiovanire

PROSSIMI EVENTI:

 


Se sei interessato puoi provare gratuitamente alcuni degli esercizi guidati scaricabili compilando un semplice modulo.

I dati inseriti devono essere veritieri poichè venogno verificati ed in seguito viene inviato un link per il download dell'esercizio.

Richiedi gratuitamente qui



CENTRO STUDI E RICERCHE OLISTICHE

di MAURIZIO BATTISTELLA

Via Palestrina, 8 – Trieste -

Tel. 040 568911  338-7592945

Fax. 040-945057

P.I.00879060325

C.F. BTTMRZ58P02L424I 

Privacy policy

 “Yin & Yang are One”

FAQ - Domande e risposte

 

Di seguito riportiamo le risposte ad alcune delle domande che più frequentemente ci sono state poste riguardo ad Inochi®. Speriamo esse siano esaustive di eventuali dubbi, ma se così non fosse non esitare a porci le tue domande personali. Faremo il possibile per risponderti.

 

Su quali sistemi pre-esistenti si basa Inochi®?
Sebbene nessuno crei niente ed ogni cosa sia creata sui resti del passato, possiamo dire con una certa sicurezza che Inochi® offre un approccio teorico e pratico estremamente diverso da quello di altri sistemi. Molte scuole di pensiero infatti propongono solo un ottima base teorica, ma senza applicazioni pratiche.
Altri offrono ottime tecniche, ma non comprendono nel loro sistema un adeguato contesto per applicarle. Inochi® si propone di dare una base teorica sufficientemente ampia abbinandola a metodologie pratiche per il miglioramento di noi stessi e della nostra vita in generale.

Ciò significa che Inochi® non è stato influenzato da altre tecniche?
Chiaramente, a causa di un certo tipo di background, la creazione di Inochi® è stata influenzata da elementi che possiamo assimilare alla Medicina Tradizionale Cinese, alla Kinesiologia, al Reiki, allo Yoga, al pensiero delle scuole Gnostiche e certamente ad una buona parte di insegnamenti esoterici provenienti delle Arti Marziali. Troviamo nel sistema elementi di Radioestesia e di Radionica, così come applicazioni pratiche derivanti dalla teoria dei campi morfogenetici di Sheldrake e dalla teoria olografica dell'universo di Bohm. Buona parte dell’ approccio pratico si fonda sulla scuola Inglese e Americana di Ipnosi, così come sui presupposti della NLP.  Nel sistema Inochi anche il concetto di Channelling e le sue implicazioni trovano ampio spazio. Naturalmente la lista potrebbe essere molto più estesa. 
Vi si possono riconoscere di certo aspetti peculiari del Buddismo, dello Zen, così come del Taoismo delle origini. Altre parti sia teoriche che pratiche presentano assonanze con altri sistemi filosofici o tecnici meno conosciuti, ma non per questo meno importanti. Ciò non di meno, il cuore del sistema resta comunque parecchio discosto da tutti questi approcci.

E qual’ è il punto più importante che differenzia Inochi® dagli altri sistemi?
Cominciamo dal lato opposto rispetto agli altri. La nostra analisi parte dall’ origine dell’ Universo (in senso metafisico) e va verso l’ uomo, e non viceversa. Spesso non ce ne rendiamo conto, ma la nostra cultura è ancora satura di un geocentrismo esasperante, dove l’uomo ( o il proprio io) è sempre posto al centro dell’ Universo (e dell’attenzione). Ma la vita non funziona così: nessuno di noi è così importante.
Se non ci vediamo come parte di un contesto più grande non capiremo mai la nostra funzione, e non troveremo mai il nostro equilibrio in tale contesto.

Qual’ è la metodologia operativa?
La metodologia operativa consta di due distinti aspetti.  Il primo riguarda tecniche che ci consentano di contattare le nostre risorse più profonde e l’ Intelligenza Universale tramite un approccio essenzialmente meditativo. Il secondo aspetto riguarda tecniche di ri-bilanciamento energetico piuttosto insolite e che provengono da diverse tradizioni esoteriche,  nonché – e soprattutto - dalla nostra stessa ideazione, ovvero quella che noi chiamiamo “La Fucina di Inochi”.

Il presupposto base è un addestramento specifico che ci consenta di entrare in un profondo stato meditativo. Questo, ovviamente, fa parte del nostro programma, e vogliamo renderlo attuabile in tempi brevi. Da questo livello ed usando tecniche opportune prima di tutto riequilibriamo la nostra energia, e quindi lavoriamo in direzioni specifiche standard, e che riguardano la direzione in cui andare (la parte informativa) ed il come arrivarci (la parte creativa o operativa). Naturalmente ci sono un sacco di ulteriori particolari, ma questo è il succo del discorso.

In pratica, insomma, cosa fate? Niente di particolare. Generalmente stiamo comodamente seduti e discutiamo di argomenti interessanti. Occasionalmente produciamo qualche buona idea e molto spesso intuizioni geniali rispetto alla nostra vita.

Inochi® serve a se stessi o può essere usato anche su altre persone?
Il sistema è stato concepito come un mezzo di ricerca per sé stessi. Applicarlo ad altre persone può essere fattibile, ma di certo richiede una certa esperienza, nonché il consenso degli interessati.

In questa eventualità questo comporta un qualche tipo di contatto fisico con l’ altra persona? Assolutamente no. Nell’ ambito delle pratiche insegnate nel sistema Inochi® non è mai previsto nessun tipo di contatto fisico. Il contatto può ovviamente avvenire, ma questo fa parte della scelta e del gradimento personali, non necessariamente di una modalità di pratica.

Quanti livelli esistono in Inochi®? Al momento abbiamo elaborato 14 livelli monotematici che costituiscono una sequenza logica completa e che copre tutto quanto può essere utile sapere per sopravvivere più o meno felicemente sul pianeta.

Quali le tematiche dei vari livelli? Il Primo livello si intitola “Inochi” ed è per l’appunto un’introduzione al sistema e ne considera le basi fondamentali.
Il secondo Livello è denominato “Transcendence”  (Trascendenza) ed è suddiviso in due parti. La prima parte esplora la  nostra possibilità di accesso ad altri livelli della Realtà, ed il nostro contatto con il trascendente, per l’ appunto. Il che comporta un’ espansione concreta e verificabile delle nostre percezioni extrasensoriali, ad esempio, o la nostra capacità di collegarci a campi energetici di alto livello.
La seconda parte del secondo livello approfondisce la nostra capacità di entrare in uno stato di “trascendenza” ed introduce un aspetto insolito in tale contesto, che è quello della sessualità (ma al riguardo non si fa pratica in classe!).
Il terzo livello riguarda “il Corpo” nel senso stretto del termine, e quindi tutto ciò che riguarda il nostro benessere fisico.
Il quarto livello riguarda la Creatività, non tanto come capacità di fare vasetti d’argilla o produrre quadri e poesie quanto come abilità di creare il noi stesso che vorremmo essere e di conseguenza vivere la vita che vorremmo vivere. Stiamo parlando di creatività come attributo divino, in effetti, più che di una capacità artistica (comunque pregevole ed apprezzabile)
Il quinto livello è denominato “Rigene” ed ha a che fare con la rigenerazione cellulare ed il ringiovanimento programmato.
Successivi livelli affrontano tematiche di vario genere, sempre più specifiche. Comunque, sin dal primo livello il nostro obiettivo è chiaro: definire la Missione individuale nelle piccole e grandi cose della vita ed ottenere gli strumenti per portarla a termine. In altre parole, in ogni classe l’ obiettivo è di avvicinarsi il più possibile alla realizzazione di ciò che si può divenire

Il tutto sembra piuttosto complesso. Lo è veramente?
La Verità non è mai complessa. La semplicità è il sigillo dell’ Arte e della Natura, dicevano gli antichi. Tuttavia, anche se la verità è semplice, la sua descrizione può essere alquanto elaborata. Dal punto di vista della pratica Inochi® è un sistema semplicissimo. Dal punto di vista teorico la sua complessità deriva solo dal fatto che si propone di coprire tutti i principali aspetti della nostra vita, e di farlo in maniera efficace.

Quanto dura un livello?
Dipende dagli aspetti trattati. Il primo livello ad esempio dura 5 giornate suddivise in 2-3  week-end. Dopo il seminario sono previste delle serate di pratica guidata, facoltative.  Questo serve ad aiutare le persone ad approfondire il livello della loro comprensione ed a restare in carreggiata.

Esistono programmi di formazione per Operatori Inochi®?
L’ idea di formare un Operatore riporterebbe Inochi® in una modalità scolastica o terapeutica. Entrambe sono estranee ai nostri scopi. Ciò non vuol dire che la tecnica non possa essere applicata con tale finalità, comunque.

Esistono programmi di formazione per Istruttori del sistema Inochi®?
Sono in via di definizione. La preparazione richiesta non è di certo poca cosa, vista la molteplicità e la complessità degli argomenti trattati. Tuttavia ciò che più conta in questo senso non è la preparazione culturale dell’ insegnante, quanto un suo autentico contatto col proprio mondo interiore. Comunque la risposta alla domanda è affermativa.

Come può una persona interessata essere certa che il sistema Inochi®-ART è quanto fa per lei?
Se leggendo il nostro materiale pubblicitario o andando a vedere il nostro sito sente assonanza con quanto enunciato direi che il sistema può fare per lei. Inochi® ha una focalizzazione piuttosto specifica. E’ sinceramente difficile sbagliarsi nella valutazione del proprio grado di interesse, anche solo leggendo queste poche righe.

E se invece una persona non sente questa assonanza?
Probabilmente il sistema non fa per lei, oppure non è questo il suo momento. Esistono molte altre ottime vie da percorrere. Noi seguiamo Inochi® perché questa è la via che amiamo e con la quale ci sentiamo affini.


Sommario:
    • FAQ - Domande e risposte
    • FAQ - Domande e risposte - parte II
    • FAQ - Domande e risposte - parte III